Piccolo reportage sulla festa della Madonna Assunta

Madonna Assunta

Nei paesi di montagna, un usanza che non si è mai persa e il ricordo delle tradizioni. La Val d’Ossola non è da meno. Anche qui, in molti paesi della valle. si tende a festeggiare ricorrenze ormai successe molti anni fa. In questo articolo vorrei parlare di una ricorrenza che si festeggia a Molini, frazione di Calasca-Castigione, dove si trova il “Santuario della Gurva”.

Parlando di cenni storici, nel lontano 1622, a Bannio venne terminato la fabbricazione del Santuario della Neve, ed il 5 Agosto tutte le milizie della Valle Anzasca presenziarono per l’inaugurazione. Nel 1641, il 15 agosto, Anche Calasca festeggiava l’inaugurazione del suo “Santuario della Gurva”, sempre con la presenza delle milizie e di grandi festeggiamenti. Da allora si può dire che non passò anno che i due paesi festeggiarono i propri santuari.Soldati Circa due secoli dopo, il 15 luglio 1805, la Milizia di Calasca festeggiò e preparò la grandiosa festa in onore dell’arrivo nelle catacombe di Roma del corpo di San Valentino, giovane soldato e martire di Nerone, che trasportarono alla chiesa di Calasca.
Così da quel tempo, si festeggiò la seconda domenica di agosto la festa di “San Valentino” (da non confondere con quella più famosa che si festeggia a febbraio), e la domenica dopo si festeggia la festa del Santuario della madonna della Gurva di Calasca, dedicato alla Madonna Assunta in cielo.

Prete

Ancora oggi la festa è come era allora, ci sono i miliziani, persone del posto vestite come soldati dell’epoca, grandi e bambini forniti di fucili a salve che sparano come facevano allora. Durante la cerimonia, c’è una processione in cui il prete legge una preghiera seguito dai fedeli, inoltre è presente anche una banda con strumenti che suonano.

Per coloro che passano da queste parti in estate, è sicuramente un bel momento per riscoprire le tradizioni del posto e vivere una domenica in allegria festeggiando con i paesani del posto insieme a tutti, donne, anziani e bambini.



Una risposta a Piccolo reportage sulla festa della Madonna Assunta

  1. Serena Brusa scrive:

    Ciao, ho visto le tue foto e sono davvero stupende. Visto che stiamo aprendo il nuovo sito della Milizia di Calasca mi piacerebbe pubblicarle li, è possibile? contattami pure in privato la mia mail è serenabrusa@email.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>